Anche la #Prima ingrana la marcia

(Fonte: sito Aia)

 

Con l’avvento della nuova Stagione, gli arbitri regionali della Prima Categoria sono stati chiamati a raccolta, il 10 settembre, presso lo stadio di Sambuceto, dove hanno svolto i consueti test atletici sotto lo sguardo vigile del nuovo Referente Atletico, Fabio D’Ettorre, e del neo Componente del Modulo ‘Talent e Mentor’ del Settore Tecnico dell’AIA Thomas Ruggieri.

Hanno poi iniziato il raduno precampionato presso la sala congressi dell’hotel Dragonara, aperto dal Presidente del Comitato Regionale Arbitri, Giuseppe De Santis: “Inizia per voi una nuova stagione, fate tesoro di questo stage e di tutti i consigli che gli arbitri più esperti possano darvi”. Per facilitare l’ingresso nell’organico, il Comitato ha voluto offrire, a sette ragazzi che si sono maggiormente distinti nell’Organo Tecnico Sezionale, la possibilità di partecipare al raduno.

Prima di svolgere i quiz regolamentari, il microfono è passato al Componente del Settore Tecnico Pietro Feliciani, della Sezione di Teramo, che ha illustrato la Circolare n. 1 e i chiarimenti dell’IFAB sulla distinzione tra giocata e deviazione nell’ambito della regola del fuorigioco.

A conclusione della mattinata, il Presidente De Santis, ha proposto ai ragazzi una serie di filmati sui gravi falli gioco, ponendo l’accento su quelli con l’uso dei gomiti. Durante la visione dei video, i giovani fischietti sono stati chiamati a simulare la direzione di gara, sollevando il cartellino giallo o rosso quando rappresentata un’azione fallosa.

Nel pomeriggio, il responsabile della Prima Categoria, Emanuele Di Federico, ha dato disposizioni tecniche e comportamentali: “Tutto il Comitato crede in voi. Siete arrivati fin qui mossi dalla passione. Passione che fa la differenza sia nella gara sia nelle piccole cose, come, ad esempio, il giusto comportamento fuori dal campo o una chiamata dopo la visionatura. Noi siamo qui per voi, lavoriamo per voi!”.

A coadiuvare Emanuele Di Federico, ci saranno Pino Paione e Gilberto Gregoris, anche lui di fresca nomina nel ruolo di Componente. Paione ha incentrato il suo intervento sulla prontezza nell’inserimento delle indisponibilità e dell’accettazione della gara, mentre a Gregoris è toccata la parte sul corretto spostamento e posizionamento da assumere in campo.

Conclusione del raduno affidata all’Organo Tecnico Emanuele Di Federico: “Siete sulla rampa di lancio per nuovi orizzonti. Non smettete mai di credere in voi stessi!”.